ricerca avanzata
contatti
largo Paisiello n. 5 - 95124 Catania
CF 800 1196 0871
t. +39 095 7153615
f. +39 095 316790
protocollo@ordinearchitetticatania.it mail
ordinearchitetticatania@archiworldpec.it pec
orari segreteria
martedì_9.00/12.00 - 17.00/19.00
mercoledì_14.30/16.30
venerdì_9.00/12.00 - 17.00/19.00
area riservata
Organizzazione - Uff. Sp. Architettura contemporanea, Esteri e Umar

Gli obbiettivi dichiarati dell'Ufficio Architettura contemporanea Esteri e Umar, oltre agli aspetti scientifici e all'implementazione di attività da realizzarsi nell'ambito della formazione obbligatoria, afferisce al monitoraggio, analisi e studio, dei rapporti con le diverse realtà internazionali, oltre che alla promozione e la divulgazione dell'Architettura Contemporanea.

In questo è fondamentale la partecipazione dei colleghi al fine di implementare il dibattito afferenti le due diverse tematiche.

Il consigliere referente dell'Ufficio è l'Arch. Anna Polisano.

Il coordinatore e referente esterno Architettura Contemporanea 

Arch. Solaria Sclafani

Il coordinatore e referente esterno Esteri E Umar

Arch. Giuseppe Pulvirenti

Iscritti al 30/03/2018

Cognome

Nome

POLISANO

ANNA

SCLAFANI

SOLARIA

PULVIRENTI

GIUSEPPE VINCENZO

PONTORNO

ALBA

CAPONNETTO

ANTONELLA

BELLA

CRISTINA

MAUGERI

DOMENICO ANTONIO ENNIO

SORBELLO

FRANCESCO

DI BELLA

LORENZO

TESTA

LUANA

DUELLO

MELISSA

CALÌ

PIETRO

SCIUTO

ROBERTA

RIGANO

VENERA



pagina in aggiornamento



Documento sintetico di programma e di struttura organizzativa dell’ Ufficio Speciale di Architettura Contemporanea e Sostenibilità.

Anno 2015

Obiettivo:

Comunicare Architettura Contemporanea e Design al fine di aumentare lo sviluppo della sensibilità a tutti i livelli della società e di noi stessi addetti ai lavori.

Il concetto di sensibilità lo riteniamo di sostanziale importanza poiché senza tale approccio non potremmo divulgare e diffondere Architettura e Creatività conseguenza diretta di essa.

La sensibilità è la via per esprimere la creatività che è in ognuno di noi.

In sintesi si vuole sfidare il presente osare con la forza della creatività per sperimentare percorsi alternativi.

Rileggere la tradizione per dare al nostro territorio altri spazi in cui abitare. Progettare nuove dimensioni in costante relazione con la natura. Tornare a credere nell’uomo e nel valore della condivisione.


L’Ufficio Speciale di Architettura Contemporanea e Sostenibilità ,vuole essere uno squarcio di verità su Catania  e sul suo territorio, su quella Catania che sonnecchia e che stenta a recepire le trasformazioni in atto nell’ambito della nuova “estetica” della città e del significato dell’investimento estetico come risorsa economica- espressiva.

Pertanto, il punto nodale dell’attività culturale e della promozione dell’Architettura Contemporanea ed Eco-Sostenibile, del nuovo Consiglio dell’Ordine e del relativo Ufficio Speciale di A.C. e Sostenibilità sarà “comunicare architettura”, utilizzando tutti gli strumenti a propria disposizione più efficaci ed immediati.

Noi, rispettando tutti coloro che hanno fatto e fanno architettura, vorremmo produrre qualcosa di completamente diverso a favore del linguaggio dei segni che è insito nella nostra disciplina.


Identità e Riconoscibilità dell’Ufficio Speciale.


Questo Ufficio Speciale vuole avere una propria riconoscibilità ed in quanto tale nell’attività di promozione dell’Architettura Contemporanea e Sostenibile vuole essere altresì riconosciuto; lo farà attraverso gli interventi, attraverso un programma, un processo di confronto e di dibattito per tutti gli iscritti e non, su tutti gli argomenti che verranno messi in campo.


Strumenti operativi per “comunicare architettura” alla società civile.


Non si può prescindere dal comunicare architettura alla società civile, poiché essa rappresenta nella sua essenza, un valore importante ovvero il “mercato” senza il quale, quindi senza la domanda, non è pensabile fare e produrre architettura!

L’atteggiamento promozionale rivolto al mondo civile, a nostro avviso, rappresenta uno dei punti di forza del piano pragmatico, andando nello sprecifico, si utilizzeranno tutti gli strumenti immediati, diretti e indiretti, che possono coinvolgere l’interesse e la curiosità e il necessario approfondimento.


  1. Creare eventi, mostre e percorsi di architettura nazionale e internazionale, in spazi di design o spazi storici;

  2. Mostra di Architettura Contempoanea Locale, Territoriale/Biennale;

  3. Organizzazione di flashmob dal titolo “proiezione per una Catania Migliore”, sulla scia dell’esperienza messinese, in cui verranno proiettate immagini dei luoghi della nostra provincia che attualmente sono privi di identità con fotomontaggi ironici, provocatori, artistici, architettonici, divertenti in modo da coinvolgere altri architetti, artisti, fotografi, cittadini.


Strumenti operativi per “divulgare architettura” ai professionisti:


Per quanto riguarda lo sviluppo della cultura architettonica dei professionisti, il percorso avrà un carattere più tecnico e mirato alla conoscenza di esperienze internazionali, alla formazione ed alla ricerca.

Nello specifico agiremo in questa direzione:

  1. Weekend di architettura periodica (da Venerdì a Domenica);

  2. Organizzazione di fiere espositive di rilevanza internazionale (MA.DE Milano, Francoforte e/o Parigi, Valencia, etc.);

  3. Organizzazione di Mostre di Architettura Contemporanea/Territoriale con cadenza biennale, libera e a tema, con esempi di manufatti inseriti in contesti storici consolidati, in partenrship con gli ordini delle altre provincie, sia in ambito regionale che nazionale;

  4. Organizzazione di Mostre di Architettura Contemporanea Internazionale;

  5. Organizzazione contestuale di viaggi culturali in Austria a supporto della mostra “Dialogo tra storia e contemporaneità”;

  6. Viaggi culturali: Madrid, Danimarca, Dubai, Berlino, Barcellona, Londra, potrebbero essere le mete successive. I viaggi verranno organizzati con l’obiettivo non solo di conoscere e vedere realtà progettuali diverse delle nostre con visite mirate dal Residenziale al Pubblico oltre che ai locali da design, ma anche per poter amalgamare i rapporti tra gli stessi professionisti per poter uscire dall’individualismo imperante nel quale viviamo la nostra attività per poter condividere, problematiche ed aspetti che affrontiamo nella nostra quotidianità lavorativa;

  7. Seminari formativi attraverso Aziende, su percorsi formativi mirati: Illuminotecnica (Philips), Settore alberghiero e Spa, Wellness (Jacuzzi), Serramenti, con supporto di architetti e design di fama nazionale e internazionale;

  8. Incontri con Architetti e Designer di fama nazionale e internazionale o presso l’Ordine, o addirittura presso i loro studi professionali dove si potrebbe respirare meglio la loro esperienza e la conoscenza della loro professionalità;

  9. Incontri con Maestri dell’artigianato locale: La Sicilia è un luogo unico, dove la bellezza del paesaggio, intro delle culture e salvaguardia delle tradizioni trovano espressione nelle opere di abili artigiani locali, la cui maestria si confonde con l’opera d’arte: dalle ceramiche al mosaico, dal ferro battuto alla lavorazione delle pietre locali, fino ad arrivare alle lavorazioni dei tappeti e a quelle semplici ma significative, come quella del vimini. Tradizioni, che vanno tramandate, coltivate e riproposte, incentivando la lavorazione artigianale, per trasmetterla ad ambiti più vasti come quella dell’Architettura. Essa deve avere l’obiettivo di legarsi alla tradizione, usando i materiali del luogo ove sorge, riproponendoli in chiave contemporanea, riprendendo le vecchie tecniche di lavorazione e produzione. Inoltre la normativa Europea ed Italiana è rivolta verso edifici ad Energia quasi Zero e a misure di contenimento energetico. Pertanto, conciliando tradizione ed innovazione, tra le aziende coinvolte in seminari, sono previste:

  • Guglielmino Group, con sede a Misterbianco per intonaci in terra, intonaci naturali in cocciopesto e calce idraulica naturale, nonché pavimentazioni in battuto coccio pesto e legante idraulico, per la bioedilizia;

  • Made a Mano, con sede a Caltagirone per ceramica in cotto e pietra lavica;

Etc.





Tutto ciò rappresenta in qualche modo un documento di sintesi di come intendiamo con i componenti tutti, l’attività che questo Ufficio Speciale deve svolgere e quali percorsi deve percorrere, il tutto con l’unico scopo di continuare a svolgere sempre meglio la nostra professione.





copyright  CTWARE © 2014-2019
tutti i diritti riservati