ricerca avanzata
contatti
largo Paisiello n. 5 - 95124 Catania
CF 800 1196 0871
t. +39 095 7153615
f. +39 095 316790
protocollo@ordinearchitetticatania.it mail
mail
ordinearchitetticatania@archiworldpec.it pec
orari segreteria
martedì_9.00/12.00 - 17.00/19.00
mercoledì_14.30/16.30
venerdì_9.00/12.00 - 17.00/19.00
area riservata
Lavori Pubblici

I Lavori pubblici tutt’oggi coprono una importante quota degli investimenti dello Stato italiano e le tematiche connesse, a tutti i livelli: pianificazione, urbanistica, edilizia, restauro e conservazione, costituiscono un aspetto rilevante nel modo delle costruzioni.

Il campo dei Lavori Pubblici rimane un ambito molto importante per il mercato del lavoro dell’Architetto e la costante ed ampia produzione normativa in materia richiede un aggiornamento tempestivo e continuo del professionista.

 

Proposta di revisione organica della Normativa sui Lavori Pubblici

L’attuale normativa costituita dal “Codice dei Contratti – D.Lgs. 163/2006 e dal Regolamento attuativo del Codice – D.P.R. 207/2010”  è oggetto di aggiornamento ai fini del recepimento della Direttive 2014/24/UE da attuarsi entro marzo 2016.

In proiezione di tale aggiornamento il CNAPPC insieme alla Rete delle Professioni Tecniche propone una revisione organica dei due testi, notevolmente frammentati da un'intensa sequenza di modifiche con leggi omnibus.

In particolare, la PROPOSTA di revisione del Codice è finalizzata al raggiungimento dei seguenti obiettivi:

  • aprire il mercato ai giovani e comunque ai colleghi che non siano titolari di strutture professionali di dimensione imprenditoriale;
  • rilanciare il concorso di idee e di progettazione, collegando la progettazione esecutiva agli esiti dei concorsi esperiti in fase preliminare;
  • ridurre i ribassi negli affidamenti di servizi di architettura e ingegneria con il criterio del prezzo più basso;
  • superare gli attuali limiti per l'affidamento dei servizi di progettazione e di verifica (ex art. 48 Regolamento) ai liberi professionisti (senza previa dichiarazione del RUP attestante la carenza di organico delle stesse pubbliche amministrazioni);
  • garantire maggiore trasparenza negli affidamenti di servizi di architettura e ingegneria, quando vengano adottate procedure con ampi margini di discrezionalità;
  • superare errori della normativa e contraddizioni tra Codice e Regolamento (es: soglia affidamenti fiduciari servizi di architettura e ingegneria).

 



Link al DECRETO LEGISLATIVO 18 aprile 2016, n. 50 Attuazione delle direttive 2014/23/UE, 2014/24/UE e 2014/25/UE sull'aggiudicazione dei contratti di concessione, sugli appalti pubblici e sulle procedure d'appalto degli enti erogatori nei settori dell'acqua, dell'energia, dei trasporti e dei servizi postali, nonche' per il riordino della disciplina vigente in materia di contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture. (16G00062)
copyright  CTWARE © 2014-2017
tutti i diritti riservati